Pistoia in vernacolo – Presentazione della collana - Visit Pistoia

19 Luglio-17:00/19:00
 

Pistoia in vernacolo – Presentazione della collana

Pistoia, Biblioteca Comunale Forteguerriana
 

Home / Eventi / Pistoia in vernacolo – Presentazione della collana

19 Luglio-17:00/19:00
Biblioteca Comunale Forteguerriana
Piazza della Sapienza, 5
Pistoia, 51100 Italia
0573 371452
Web
Caricamento Eventi

Pistoia in vernacolo – Presentazione della collana

  • Questo evento è passato.

Nel loggiato della Biblioteca Forteguerriana, martedì 19 luglio, alle 17, saranno presentati i primi tre volumi della collana Pistoia in vernacolo, curata da Claudio Gori e pubblicata da Settegiorni Editore.

L’iniziativa, che si svolge nell’ambito del Pistoia Festival, vedrà l’intervento di Claudio Rosati e la recitazione di poesie da parte di Rossella Fedi e Fabio Gonfiantini.

Con il progetto Pistoia in vernacolo, Gori (che dal 2017 organizza incontri sulla poesia vernacolare pistoiese insieme ad Antonella Ferro, Marta Beneforti e Fabio Gonfiantini), propone un’antologia ricca e articolata, costruita attraverso accurati scavi in manoscritti inediti e pubblicazioni d’epoca. Ciascuna poesia è accompagnata da spiegazioni e approfondimenti, affiancati da immagini e notizie tratte dai periodici locali.

Nel primo volume, dal titolo Tu vedessi ‘n Pistoia ’l che c’era ieri!, sono raccolti i sonetti vernacolari novecenteschi di Enrico Bruni, Sebastiano Frosini e Virgilio Gozzoli, punteggiati da termini e modi di dire ormai in disuso e da riferimenti a personaggi, vicende e luoghi dei quali si è persa memoria. Il secondo volume, Anche San Jaopo a me mi par cambiato…, è incentrato su sonetti legati a temi e accadimenti pistoiesi tra fine ‘800 e inizio ‘900, mentre nel terzo volume, I pistoies’ enno ’osi!, sono presentate poesie di Sebastiano Frosini, Giulio Fiorini e Renzo Corsini, scritte a partire dagli anni ’40 del Novecento.

L’incontro offre l’occasione per ricordare aspetti curiosi e poco noti della storia cittadina, recuperati in larga parte nelle raccolte storiche della Biblioteca Forteguerriana, e riflettere sull’importanza della salvaguardia della cultura vernacolare.

Clicca qui per l’invito