Visioni. Fiorentina di Stefano Di Cecio - Visit Pistoia

14 Gennaio / 18 Febbraio
 

Visioni. Fiorentina

Serravalle Pistoiese, Ex Oratorio della Vergine Assunta
 

Home / Eventi / Visioni. Fiorentina

14 Gennaio
18 Febbraio
Ex Oratorio della Vergine Assunta
Via S. Ludovico, 7
Serravalle Pistoiese, 51030
Caricamento Eventi

Visioni. Fiorentina

Visione è il processo di percezione degli stimoli luminosi, la funzione e la capacità di vedere. Soprattutto oggi, in un mondo costantemente accelerato e ricco di spunti diversi, la capacità di vedere oltre le cose è sempre più rara. L’arte contemporanea torna a Serravalle con un ciclo di mostre, che vedrà protagonisti artisti del territorio, chiamati ad illustrare le loro “Visioni” nella magnifica cornice dell’Ex Oratorio della Vergine Assunta.

Il contrasto tra gli affreschi, riconducibili alla fine del ‘300, e le opere di Filippo Basetti, Stefano Di Cecio, Laura Corre, Andrea Arcari e Giusy Versace saprà fornire suggestioni agli appassionati ma anche a chi si avvicina per la prima volta all’arte contemporanea.

Calendario

30 ottobre – 3 dicembre, CovidCity di Filippo Basetti
14 gennaio – 18 febbraio, Fiorentina di Stefano Di Cecio  Inaugurazione sabato 14 gennaio alle 18
4 marzo – 8 aprile, The Loot di Andrea Arcari
22 aprile – 27 maggio,  Interno Donna di Laura Corre
9 settembre – 14 ottobre, Contemporanei punti di vista di Giusy Versace

Apertura al pubblico nell’orario dell’Ufficio Informazioni Turistiche di Serravalle Pistoiese.
Sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 16.30.

Per prenotazioni è possibile contattare l’Ufficio Cultura al recapito telefonico +39 0573 917204 oppure scrivere a cultura@comune.serravalle-pistoiese.pt.it

Fiorentina di Stefano Di Cecio

A Stefano Di Cecio piace giocare con le immagini e utilizzarle per raccontare storie. La sua è una passione grande e totale verso qualsiasi cosa possa riprodurre delle immagini e nell’osservare e apprezzare il lavoro di altri. Ha iniziato a fotografare molto presto con una “Diana”, con cui si divertiva moltissimo, e poi con una Kodak Instamatic 55X. Per entrare in possesso della prima reflex della sua vita, una Pentax K1000, ha trascorso i tre mesi di vacanza del Liceo a lavorare. Da allora non ha mai smesso di fotografare. È passato al digitale senza grossi traumi, perché una foto può essere bella indipendentemente da con che cosa la si scatta. Non è un “manierista”, fotografa di tutto: ritratti, luoghi, situazioni, oggetti; con l’unico intento di tentare di trasmettere le emozioni o le “visioni” che prova quando decide di premere il pulsante di scatto. “Erano i giorni in cui il mondo si era fermato per la pandemia- dice l’artista – e vedere la via Fiorentina deserta e priva della sua consueta vitalità mi ha profondamente colpito. In quasi tutti i giorni dell’ anno, l’ arteria è ampiamente trafficata e io che abito a Ponte alla Pergola conosco perfettamente questa sua condizione”. Partendo da questo dato di fatto, Stefano Di Cecio ha elaborato una progettualità artistica che pone la via Fiorentina in primo piano rielaborandola, da un punto di vista creativo, con immagini di personaggi famosi o con alcuni simboli iconici della nostra nazione. Clicca qui per la locandina

Info

Cultura Comune di Serravalle