Orchestra Leonore con Daniele Giorgi e Natalie Clein - Visit Pistoia

25 Aprile-20:30
 

Orchestra Leonore con Daniele Giorgi e Natalie Clein

Pistoia, Teatro Manzoni
 

Home / Eventi / Orchestra Leonore con Daniele Giorgi e Natalie Clein

25 Aprile-20:30
Teatro Manzoni
Corso Gramsci 129
Pistoia, 51100 Italia
Web
Caricamento Eventi

Orchestra Leonore con Daniele Giorgi e Natalie Clein

Giovedì 25 aprile 2024, alle ore 20.30, al Teatro Manzoni di Pistoia, ultimo appuntamento della Concertistica del Teatro Manzoni con protagonista l’Orchestra Leonore diretta da Daniele Giorgi e con la violoncellista inglese Natalie Clein.

La serata si apre con le Variazioni op. 56a, pietra miliare nell’evoluzione creativa di Johannes Brahms come compositore sinfonico: datate 1873 e situate, nel quadro delle sue opere orchestrali, fra le Serenate e la Prima Sinfonia, rappresentano la “prova generale” prima del confronto con la grande forma sinfonica, coinvolgendo profondamente sia la tecnica compositiva che quella orchestrale.

Natalie Clein sarà protagonista nel celeberrimo Concerto per violoncello n. 1 in la minore di Saint-Saëns, una delle opere più rappresentative dell’originale stile sincretico del compositore francese, che intreccia il riferimento ai grandi maestri del passato con il gusto per la libertà creativa. Non mancherà il richiamo all’opera lirica.

Infine, verrà eseguita la Sinfonia n. 4 di Felix Mendelssohn, detta “Italiana” perché abbozzata durante un suo viaggio nel nostro paese, da Venezia a Napoli, dall’autunno 1831 all’estate 1832.

La Stagione Concertistica al Manzoni è promossa e organizzata da ATP Teatri di Pistoia con il sostegno di Fondazione Caript. Concerto dedicato a Luca Iozzelli.

Programma

Johannes Brahms Variazioni su un tema di Haydn op. 56a

Camille Saint-Saëns Concerto per violoncello e orchestra n. 1 in la minore op. 33

Felix Mendelssohn-Bartholdy Sinfonia n. 4 in la maggiore op. 90 “Italiana”

Dettagli

Acquista il biglietto on line.
Spettacolo in abbonamento.

Info

Teatri di Pistoia

Photo credit: Neda Navaee